Rev broaching tool

REV BROACHING TOOL

USO E MANUTENZIONE

stozzatore motorizzato dettagli

1) Viti di fissaggio utensile
Le viti di fissaggio utensile devono essere allentate leggermente prima di effettuare l'eventuale correzione degli errori di simmetria. Prima di riprendere il lavoro assicurarsi di aver serrato di nuovo le viti di fissaggio utensile.

2) Viti di registro lardoni
Dopo un lungo utilizzo dello stozzatore sarà necessario eliminare i potenziali giochi venutisi a creare nello strumento. Procedere svitando il dado esagonale, avvitare la vite centrale ed infine stringere nuovamente il dado esagonale. Eseguire questa operazione su tutti e quattro i lardoni dello stozzatore.

3) Perno di regolazione asse Y
Serve a correggere l'eventuale errore simmetrico tra il foro e la lavorazione che stiamo realizzando. Dopo aver allentato le viti di fissaggio utensile 1, ruotare in senso orario o antiorario il perno di regolazione asse Y. In questo modo sarà possibile spostare l’utensile lungo l’asse Y. Il campo di registrazione è di +/- 0,5, ampiamente sufficiente per correggere tutti gli errori simmetrici sui torni che non dispongono di asse Y.

4) Vite di registro angolo di taglio
Questa vite serve a correggere eventuali errori di conicità dovuti a flessioni meccaniche. Agendo in senso orario o antiorario è possibile cambiare l'angolo di taglio di circa +/- 3°. Questo range è sufficiente per correggere tutti gli eventuali errori di conicità.

5) Ingrassatori
Questi due ingrassatori sono incassati nella struttura esterna dello stozzatore motorizzato e servono per introdurvi il grasso dopo un utilizzo di circa 10 ore, inteso come tempo di utilizzo effettivo dello strumento (vd. esempio di calcolo per ingrassaggio).

6) Foro filettato per adduzione interna 3/8” gas
Tutti gli utensili dispongono di fori per il passaggio del refrigerante. L’adduzione interna è maggiormente consigliata rispetto all'adduzione esterna e consente di indirizzare il lubrificante nella zona di taglio.

7) Zona di allineamento
E’ la zona da utilizzare per il controllo mediante comparatore.

8) Bulloni di fissaggio dello stozzatore alla torretta porta-utensili del tornio
Sono i bulloni con i quali lo stozzatore viene fissato alla torretta porta-utensili del tornio.

 

PRIMO UTILIZZO

Montare lo stozzatore sul tornio. Allentare leggermente i bulloni di fissaggio 8 e procedere all’allineamento dello stozzatore utilizzando un comparatore. Quest’ultimo va appoggiato sulla zona di allineamento 7. Una volta allineato perfettamente lo stozzatore, stringere di nuovo i bulloni di fissaggio 8 e azionare lo stozzatore a 150 movimenti al minuto per circa 10 minuti. Ungere, con comune olio per guide, la slitta in movimento. Questo servirà ad ammorbidire le guarnizioni e a rodare lo stozzatore prima dell'utilizzo.

INGRASSAGGIO

Per preservare la meccanica, consigliamo di ingrassare lo stozzatore ogni 10 ore di utilizzo, inteso come utilizzo effettivo (vedi esempio di calcolo per ingrassaggio).
Utilizzare preferibilmente Persian Poligrease EP 1.
Sospendere l’operazione di ingrassaggio quando si intravede la fuoriuscita del grasso dalla zona perimetrale della slitta in movimento.

Esempio di calcolo per ingrassaggio
Se per produrre un pezzo occorrono 2 minuti e per realizzare la sola sede per
linguetta servono 10 secondi, ingrassare dopo circa 3600 pezzi.

MANUTENZIONE

Dopo un lungo periodo di utilizzo (circa 1.000 ore) sarà necessario sottoporre a manutenzione lo stozzatore, sostituendo le parti sottoposte ad usura quali cuscinetti, guarnizioni, ecc.

LAVORAZIONI INTERNE/ESTERNE

Questo stozzatore motorizzato è in grado di realizzare lavorazioni interne o esterne.
Sarà sufficiente invertire il senso di rotazione del motorizzato come segue:
comando M03 = lavorazione interna
comando M04 = lavorazione esterna.
A seconda che si tratti di una lavorazione interna o esterna, lo strumento dovrà essere fissato orientando l’inserto nella direzione di taglio.

STACCO IN FASE DI RITORNO

Durante la fase di ritorno l'utensile si stacca dalla superficie lavorata di 0,25 mm. Questo movimento è indispensabile per preservare l'integrità dell'inserto.